No tax area 2020: ISEE, diritto allo studio, bonus università

0
(0)

La legge di Bilancio dello scorso anno ha emanato il cossidetto Student Act. Questa manovra ha l’obiettivo di aumentare l’efficacia e la platea del Diritto allo Studio. Proprio in quest’ottica, è stata ideata la No Tax Area.

La No Tax Area favorisce l’accesso agli studi universitari per gli studenti che provengono da famiglie a basso reddito. In particolare, a fronte di livelli di reddito ISEE sotto determinate soglie, gli studenti si vedono ridotte, o del tutto azzerate, le tasse universitarie. È applicabile a tutte le Università e alle Istituzioni di Alta Formazione Artistica, Coreutica e Musicale (AFAM).

Chi può accedere a queste agevolazioni universitarie?

Questa manovra è stata pensata come sussidio per gli studenti provenienti da situazioni economiche svantaggiate. Ci sono diversi requisiti per accedere all’esenzione delle tasse universitarie o alla loro semplice riduzione. I requisiti hanno natura economica e di merito.

Inoltre, i requisiti di reddito sono stati aggiornati con il d.m. 234/2020 previsto dal Decreto Rilancio, e pubblicato sul sito del Ministero dell’Università e Ricerca.

Caso 1. Tasse universitarie per studenti con ISEE inferiore a 20.000 euro

  • Matricole al primo anno: esenzione totale dal pagamento in base al solo principio di reddito;
  • Studenti oltre il primo anno: esenzione totale dal pagamento se hanno maturato entro un certo periodo, deciso dalla singola università, 10 crediti (secondo anno) o 25 crediti (dal terzo anno in poi).

Caso 2. Tasse universitarie per studenti con ISEE tra 20.000 e 30.000 euro

  • Matricole al primo anno: sconto tra il 10% e l’80% in base al livello di reddito;
  • Studenti oltre il primo anno: sconto tra il 10% e l’80% in base al livello di reddito e se hanno maturato entro un certo periodo, deciso dalla singola università, 10 crediti (secondo anno) o 25 crediti (dal terzo anno in poi).

In particolare, gli sconti previsti sono:

  • 80% per ISEE fra i 20.000 e i 22.000 euro;
  • 50% per ISEE fra i 22.000 e i 24.000 euro;
  • 30% per ISEE fra i 24.000 e i 26.000 euro;
  • 20% per ISEE fra i 26.000 e i 28.000 euro;
  • 10% per ISEE fra i 28.000 e i 30.000 euro.

Costi esclusi dalla No Tax Area

Sebbene si possa rientrare nelle agevolazioni del diritto allo studio, non tutti i costi sono completamente esclusi.
Non rientrano nei costi coperti:

  • l’imposta di bollo;
  • l’imposta di esonero;
  • la tassa regionale per il diritto allo studio;
  • l’imposta di graduazione dei contributi.

Per la sola tassa regionale, i costi possono essere coperti dalle borse di studio dedicate al merito, alla mobilità e quelle dedicate agli esonerati per l’art. 3, comma 22 della l. 549/1995.

Come ottenere l’ISEE?

Con SimplifAI Ted, potrai subito richiedere l’attestazione ISEE online per accedere ai bonus universitari.

Grazie al nostro servizio, l’invio dei documenti e l’elaborazione della pratica sono gestiti in maniera digitale. In questo modo, non dovrai affrontare lunghe file agli sportelli, ottenendo un’assistenza al 100% personalizzata.

Quanto è stato utile questo articolo?

Clicca su una stella per votare!

Voto medio 0 / 5. Totale voti: 0

Nessun giudizio al momento! Dai un voto per primo.

Ci dispiace che quest' articolo non sia stato utile per te!

Dacci qualche suggerimento!

Ci dici come potremmo migliorare quest' articolo?

Fabrizio Pinci

Appassionato di innovazione e business. Laureato in Marketing Management alla University of Groningen. Ho un forte interesse per l'arte e le scienze.

Fin da bambino ho sempre desiderato viaggiare, conoscere e incontrare nuove culture. Ho studiato nei Paesi Bassi e girato l'Europa in treno quando avevo solo 19 anni. Questo ha stimolato ancora di più la mia curiosità e la sete di conoscenza.

Ho co-fondato con diversi amici MOOB Magazine, un editoriale pura espressione della voce dei millennial: dalla moda al business, dalla musica al cinema. Inoltre, ho lavorato in product marketing e comunicazione per la multinazionale Boston Scientific.